L'artista


GIUSEPPE ALLEGRUCCI (12-08-1978 GUBBIO)


Giovane artista eugubino, realizza lavori su pietra, riportando in auge l'antico mestiere dello scalpellino, mestiere quasi perduto e molto sottovalutato, definito da sempre scultura senza arte.

La figura dello scalpellino è ormai in via d'estinzione e si classifica tra le professioni artigianali di bottega che producono per una clientela di nicchia.
Il progresso tecnologico ha contribuito alla sostituzione dell'uomo con la macchina, ma certamente, a differenza della macchina, lo scalpellino è pignolo, preciso e orgoglioso del proprio lavoro.


Scolpire la pietra è un mestiere molto antico dove occorre incidere colpi determinati faticosi e consapevoli per ottenere risultati di alto livello.


A questa dedizione e all'orgoglio nel lavorare un materiale cosÏ insidioso come la pietra, Giuseppe accompagna una passione inconfondibile, ben visibile nei colpi incisi nelle sue opere, le sue mani sapienti e dedite all'amata pietra, la modellano con cura, al fine di ottenere lavori suggestivi, densi di un sapore antico, ma volti al presente, in cui è vivido l'amore per le tradizioni e la storia della sua città, Gubbio.

Sono note, inoltre opere di restauro a molti dei maggiori monumenti ed edifici storici di Gubbio e in zone limitrofe dell'Umbria, che mostrano l'esperienza e la tecnica del lavoro di Allegrucci.

 

consulta: "Opere di Restauro"

 

 

MATERIALI USATI


Pietra locale della famiglia delle arenarie: aesina o palombino, pietra serena per lavorazioni più dettagliate e particolari, pietra calcarea per lavorazioni più grossolane.
Le pietre arenarie permettono manipolazioni più minute e dettagliate, essendo però più "tenere" pretendono un'accuratezza particolare nella lavorazione,  al fine di evitare che si rompano durante l'utilizzo.

 

 

GLI STRUMENTI DELLO SCALPELLINO

SUBBIE: La subbia è un particolare tipo di scalpello appuntito per la lavorazione del marmo o della pietra in generale.


GRADINE: La gradina è l’attrezzo che si usa generalmente dopo l’operazione di sbozzatura della scultura effettuata mediante l’uso della subbia; serve a spianare le inevitabili protuberanze lasciate dalla subbia e allo stesso tempo cominciare a entrare in modo più definito nei particolari della forma.


SCALPELLI: Lo scalpello è un utensile che serve per asportare parti di materiale in forma di schegge.


MAZZUOLO: Utensile per battere, martello artigianale,  costituito da un massello generalmente metallico in cui è inserito un manico perlopiù di legno.