Università dei Muratori

 

Giuseppe Allegrucci, già consigliere dal 2009, viene nominato vicepresidente dell'università nel 2012.


Il suo impegno all'interno della corporazione,  denota il fervente entusiasmo e la passione incondizionata per la città e per l'antico mestiere dello scalpellino, fondamento, con la pietra, dello storia di Gubbio.


L'Università dei Muratori Scalpellini e Arti Congeneri, è una delle più antiche corporazioni medioevali, regolata da uno statuto già dal 1369, ha lo scopo di: promuovere e tutelare le arti edili nelle loro varie forme;  tutelare e assistere i soci materialmente in caso di indigeza o malattia; organizzare la festa dei ceri; nominare il primo e il secondo capitano, secondo la procedura di estrazione dal "Bussolo"; provvedere, come da secolare tradizione, alla manutenzione della Chiesa di San Francesco della Pace, detta anche Chiesa dei Muratori, al cui interno vengono conservate le statue dei Santi dei Ceri.


Basta addentrarsi nei vicoli di Gubbio per ammirare lo splendore della pietra sulla quale è fondata, gli iscritti alla corporazione hanno da sempre l'intento e l'impegno di preservare tale splendore, e come unico ente depositario della Festa dei Ceri, rappresenta la dignità e la storia di Gubbio.


Influenzato e ispirato dai valori dell'Università messi a servizio della Città, Giuseppe lavora la pietra con la stessa dedizione.


La corporazione ha commisionato a Allegrucci opere rappresentative dell'antica arte dello scalpellino: i basamenti dei Ceri( in collaborazione con altri soci, visibili all'interno della Basilica di Sant'Ubaldo) ed i  bassorilievi omaggiati ai maggiori rappresentanti dell'Umbria (Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria; Maria Luisa D'Alessandro, Commissario di Gubbio; Fabrizio Bracco, Assessore al Bilancio della Regione), realizzati  in occasione del quarantennale dello stemma della regione.

 

 

Tavola realizzata per il Quarantennale dello stemma della Regione Umbria

 

 

Articoli dal giornale "Via ch'eccoli" 2013